Comitato dei genitori

Costituzione del Comitato dei genitori e dettato normativo

La costituzione del Comitato dei genitori è prevista ai sensi dell’art. 15 comma 2 del D.l. 297/94 – Testo Unico (“i rappresentanti dei genitori nei consigli di classe e di interclasse possono esprimere un comitato dei genitori del circolo e dell’istituto“). Si riconosce, così, ai genitori eletti come rappresentanti nei consigli di classe e/o interclasse, la facoltà (e non l’obbligo) di formare il Comitato stesso.

Secondo la Legge sull’autonomia scolastica il Comitato ha facoltà di avanzare proposte e manifestare pareri, che il Collegio dei docenti e il Consiglio d’Istituto o di Circolo sono tenuti a recepire in vista della realizzazione del P.o.f..

Il Comitato dei genitori viene considerato una Associazione di Fatto. Di conseguenza limiti e prerogative sono gli stessi previsti per le Associazioni di fatto.

Come viene costituito il Comitato

La costituzione del Comitato è subordinata alla redazione di uno statuto. Il suddetto documento deve essere approvato dall’assemblea dei rappresentanti dei genitori ,cui spetta anche il compito di eleggere un Presidente.

Ruoli e cariche

È necessaria esclusivamente la nomina del presidente. Ulteriori  ruoli o cariche (Vicepresidente, Segretario, Coordinatori ecc..) sono facoltativi.

Chi fa parte del Comitato

In genere fanno parte del Comitato solo i genitori rappresentanti di classe, di interclasse e di intersezione.

All’interno del Comitato solo i rappresentanti di classe, di interclasse e di intersezione hanno diritto di voto. In ogni caso, su iniziativa del presidente, le riunioni e le attività del Comitato possono essere aperte a tutti i genitori.

Quali sono i compiti del presidente

È compito del presidente indire le riunioni in base alle necessità del momento ed eventualmente allargare l’invito a tutti i genitori.

Quali sono i compiti del Comitato

Il Comitato dei genitori

  • svolge una funzione di collegamento tra i rappresentanti di classe;
  • promuove e agevola la comunicazione tra questi ultimi e gli eletti nel Consiglio di istituto in relazione ai problemi che riguardano le classi;
  • può assumere iniziative autonome come l’organizzazione di assemblee, la pubblicazione di un periodico di informazione rivolto alle famiglie, oppure svolgere varie attività, per favorire i contatti tra genitori di classi diverse;
  • può farsi latore delle segnalazioni e dei pareri delle famiglie, al fine di sostenere la partecipazione costruttiva di tutte le componenti della Scuola alle attività dell’Istituto.

Comitati dei genitori nei plessi dell’I.C.S. “Anna Frank“

Plesso Presidente
Scuola dell’infanzia “Don Lorenzo Milani“, Via Aldo Moro Bertolotti Serena
Scuola dell’infanzia “Filippo Meda“, Via Filippo Meda, 24 Criuscolo Valentina
Scuola primaria “Anna Frank“, Via Chiminello, 2 Floriana Potì
Scuola primaria “Guglielmo Marconi“, Via San Giorgio Morena Lizama
Scuola sec. di I grado “Alessandro Manzoni“, Via Pomè, 21 Monica Menoncin